Esperienze d’arte e di gusto in Sicilia: Noto

Distante  pochi chilometri dalla Riserva di Vendicari,  la “capitale del Barocco” nel 2002 il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’UNESCO.

Noto vi colpirà per la sua storicità,  l’armonia delle forme,  ed una architettura urbanistica che rasenta quasi la finzione.
Sono tante le attrazioni che offre questa cittadina, tra le imperdibili:

La Porta Reale che inizierà la  vostra visita nella Capitale del Barocco! La porta reale è un impattante arco di trionfo risalente all’800, progettato e costruito per Ferdinando II in occasione della visita del Re delle Due Sicilie. Attraversandolo, davanti a voi ecco l’asse principale che attraversa l’intero centro storico: Corso Vittorio Emanuele.

Percorrendo Corso Vittorio Emanuele,  troverete la Chiesa di Santa Chiara.
Progettata dall’architetto siracusano Rosario Gagliardi nel 1730, fu completata nel 1758 ed annessa al all’ex convento delle Suore Benedettine, oggi museo civico di Noto.  L’interno della chiesa,  è considerato uno dei più importanti dell’intera Sicilia per lo stile architettonico barocco.

La Cattedrale Di San Nicolò è il più importante della città di Noto. Un diamante barocco del 700 soggetto nel corso dei secoli a numerosi rifacimenti e ristrutturazioni, fino ad arrivare all’attuale struttura con la costruzione della Cupola nel XIX secolo ad opera di Cassone.

Il Palazzo dei principi di Nicolaci, riportato recentemente agli antichi splendori, è una struttura che rappresenta l’opulenza del centro storico di Noto. Imboccando Via Nicolaci è subito riconoscibile: una facciata caratterizzata da un portale imponente e due grandi colonne iconiche, sormontate da una balconata sorretta da mensoloni in pietra scolpita raffigurante figure grottesche.

Lascia un commento